Giaccherini senza limiti: “Voglio la Serie A. In quarantena ho lavorato per risalire col Chievo”

Giaccherini senza limiti: “Voglio la Serie A. In quarantena ho lavorato per risalire col Chievo”

“Credo che aspettare che tutto si azzeri, a partire dai contagi, significhi aspettare ancora un anno”

di Redazione ITASportPress
Giaccherini

“Ho lavorato duro per tornare in campo e riprenderci la Serie A”. Questo il messaggio forte e chiaro di Emanuele Giaccherini nel corso della sua intervista al Corriere di Verona. Il jolly del Chievo ha parlato della possibile ripartenza del calcio italiano e del percorso di risalita nella massima serie da parte del suo club.

RIPRESA – Sul possibile ritorno in campo della Serie B, il classe 1985 ex anche di Juventus e Napoli ha commentato: “Credo che aspettare che il conteggio dei contagi si azzeri potrebbe voler significare di dover aspettare ancora un anno. Dopodiché, ogni decisione che verrà presa, come sempre fatto, noi calciatori l’accetteremo. Ma come riapri le aziende penso si possa riaprire anche il calcio. Ovviamente con tutti i protocolli di sicurezza del caso e il buon senso”.

VOLONTA’ – E sulle sue intenzioni in campo, Giaccherini è chiaro: “Se si riparte noi saremmo pronti perché abbiamo seguito alla lettera il programma atletico. Per il resto io l’ho sempre detto e lo ribadisco: voglio tornare in serie A. Durante il lockdown ho lavorato forte per essere pronto a cercare quell’obiettivo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy