Il Verona è in Serie A: ribaltato il Cittadella nel ritorno della finale playoff (3-0)

Il Verona è in Serie A: ribaltato il Cittadella nel ritorno della finale playoff (3-0)

Decidono i gol di Zaccagni, Di Carmine e Laribi

di Redazione ITASportPress

L’ultimo atto dei playoff di Serie B va al Verona: 3-0 al Cittadella in uno spettacolare Bentegodi, il totale con l’andata del Tombolato fa 3-2 e l’Hellas raggiunge Brescia e Lecce in Serie A per la stagione 2019-2020. Traguardo impensabile per la formazione di casa fino a solo un mese fa, quando fu esonerato mister Fabio Grosso e la situazione in classifica si faceva disastrosa: arrivò Alfredo Aglietti in panchina, che perse disastrosamente l’esordio proprio a Cittadella 3-0 e uscì dalla zona playoff. Fra giovedì e stasera la rivincita, dopo aver riconquistato la griglia degli spareggi promozione con il 2-1 al Foggia dell’ultima di campionato: altro k.o. al Tombolato, ma con il 3-0 di stasera il Verona è nuovamente in paradiso, dopo un solo anno di purgatorio in cadetteria.

Niente da fare per il piccolo-grande Cittadella di Roberto Venturato, che ha sfiorato un’impresa che sarebbe stata straordinaria. Ma già la finale è significata moltissimo, perché dalla promozione in B del 2016, grazie ad un lavoro oculato e straordinario da parte della società, vi è sempre stato un netto miglioramento: eliminazione al primo turno playoff nel 2017, alle semifinali nel 2018 e in finale nel 2019. Una crescita grandiosa per i granata, che dispone della rosa con il minor monte ingaggi della categoria.

LA PARTITA – Comincia subito forte la formazione di casa, sospinta da oltre 20mila spettatori ribollenti, che ne hanno viste di ogni in questa stagione: al 7′ il portiere del Cittadella Paleari compie un grande intervento su Laribi, ma è ancora più miracoloso sul tap-in di Di Gaudio. Al 27′ vantaggio di Zaccagni: imbucata perfetta per il centrocampista, che solo davanti a Paleari fa 1-0. Di Gaudio mette a lato di pochissimo al 33′, primo sussulto del Cittadella al 44′ con un destro di Moncini da fuori sporcato in angolo. Nella ripresa i gialloblù partono piano, poi l’inerzia del match ritorna a loro favore quando al 62′ il difensore del Citta Parodi viene espulso per doppio giallo (molto dubbia la seconda ammonizione). Passano soli 7 minuti e Di Carmine fa esplodere lo stadio: assist rasoterra dalla sinistra, colpo di tacco di pregevole fattura e raddoppio Verona. Gli ospiti restano addirittura in 9 per il doppio giallo a Proia, lui ingenuo, e all’83’ il tris che chiude definitivamente i conti: Laribi viene servito da Pazzini, superato Paleari e deposito della sfera in rete. Dopo ben 6′ di recupero, tutto il Bentegodi può festeggiare: l’Hellas è di nuovo in Serie A.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy