LEGA SERIE B, Abodi: “Ci sono troppe società  e leghe professionistiche”

di Redazione ITASportPress

E’ in corso nella sede della Figc un incontro tra Lega Serie B e Lega Pro per discutere di riforme. “Noi ci confrontiamo – rileva il n. 1 della serie cadetta, Andrea Abodi prima di confrontarsi con la delegazione guidata dal vice presidente della Lega Pro, Archimede Pitrolo –, oggi è una giornata importante per noi, perché anche in una fase di disagio complessivo del nostro sistema, che le Leghe parlino, si confrontino e dialoghino, anche per superare le criticità e le difficoltà, questo lo ritengo un segnale di ottimismo”.

“Sono convinto che un punto di incontro, almeno tra di noi, si troverà”, assicura Abodi. “Quando si parla di riforme si corre anche il rischio di sovraccaricare di significati quella dei campionati – spiega -. Che sarà anche importante, perché siamo tanti e siamo troppi, come società professionistiche. Come forse siamo troppi come leghe professionistiche”.

Una Serie A a 18 squadre? “In un sistema la priorità la detta il soggetto trainante – avverte Abodi – quello che maggiormente contribuisce. La grande riforma parte evidentemente dalla Serie A, se ci sono le condizioni, se se ne avverte l’esigenza. Forse la Serie A non ne avverte l’esigenza, ma non possiamo neanche fargliene una colpa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy