Palermo, Zamparini salda il debito con l’Agenzia delle Entrate

Il patron rosanero ha approfittato delle agevolazioni date dalle rottamazioni

di Redazione ITASportPress

Schiarita sul futuro del Palermo Calcio. Il club rosanero implicato nella procedura per l’istanza di fallimento presentata nei mesi scorsi dalla Procura, ha risolto la questione visto che il patron Maurizio Zamparini ha chiuso il contenzioso con l’Agenzia delle entrate, saldando in un’unica soluzione i debiti della società. Il club rosanero, -come riporta Gds.it- ha presentato ieri pomeriggio la documentazione ai periti del Tribunale fallimentare che nei prossimi giorni daranno il loro parere sull’istanza avanzata dalla Procura. La società ha approfittato delle agevolazioni date dalle rottamazioni delle cartelle esattoriali e ha azzerato la posizione debitoria con il fisco. A questo proposito la procura di Palermo aveva aperto un’indagine (poi chiusa al momento della rateizzazione) sul mancato versamento dell’Iva. Alla chiusura annuale della dichiarazione dell’Iva 2014, la società, essendo in difficoltà di liquido, aveva chiesto ed ottenuto di rateizzare l’importo Iva non pagato per 1.884.578 euro e l’Agenzia delle Entrate aveva concesso la rateizzazione con 20 rate da 104.320 euro cadauna, per un importo complessivo con interessi e sanzione di 2.086.408 euro. Il conto è stato adesso saldato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy