Serie B, dal girone di ritorno gli arbitri avranno il supporto del Var

La tecnologia anche nel campionato cadetto

di Redazione ITASportPress

Dall’inizio del girone di ritorno, la Serie B potrà contare sul supporto del VAR. La decisione è stata presa al termine dell’assemblea di lega in videoconferenza, che ha visto la partecipazione di tutti i club del campionato. Tutti i club presenti. In apertura si è parlato del rapporto fra leghe, dall’istituzione della media company della Lega Serie A fino all’accordo di separazione del 2009 dove è stata ribadita ancora una volta la necessità della tutela degli interessi per i club di B, emersi in quella intesa, anche attraverso l’azione legale già intrapresa nelle scorse settimane.

Var. Approvate le modifiche contrattuali con Hawk Eye, Technology provider per la Lega Serie B, e contestualmente deliberato l’utilizzo del Var in Serie BKT fin dall’inizio del girone di ritorno dell’attuale stagione. Ora inizieranno gli incontri con gli arbitri per l’operatività. Soddisfatto di questa decisione il presidente della Lega Serie B Mauro Balata che ha lavorato per l’accelerazione del processo: ‘E’ una decisione epocale che rende il nostro campionato ancora più moderno e in linea con le esigenze dei tifosi e dei nostri partner. Ringrazio i club e i miei collaboratori per il lavoro e l’impegno di questi mesi che ha superato anche gli ostacoli provocati dalla terribile pandemia a cui siamo soggetti’. Il project leader Filippo Merchiori ha inoltre relazionato le società sulla prosecuzione della formazione arbitrale.

Chiesta un’integrazione alle Linee guida per la commercializzazione dei diritti televisivi della Serie B 2021-2024 che dunque saranno inserite, per l’approvazione, nell’Ordine del giorno della prossima Assemblea che verrà convocata a breve.

L’Assemblea ha poi deliberato all’unanimità di confermare l’applicazione del regolamento individuato dal Comunicato ufficiale del 13 ottobre che disciplina il rinvio gare in caso di positività Covid e di escludere, in ogni caso di fattispecie riconducibile al Covid, l’applicabilità dell’art. 28 comma 2 dello Statuto della Lega Serie B.

Richiesta al Consiglio federale la ratifica della sospensione temporanea del campionato Primavera 2, già disposta dalla Lega B in data odierna, dopo le numerose gare rinviate, per garantire la salute dei giovani atleti ed evitare le problematiche logistiche che la situazione contingente provoca.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy