ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Serie B, Empoli: ufficiale il rinvio della gara contro la Cremonese

Un vero e proprio cluster, quello creatosi all'interno del club

Redazione ITASportPress

L'Empoli - capolista in Serie B - non giocherà la gara prevista per domani contro la Cremonese. La decisione appariva scontata, dopo il blocco degli allenamenti da parte dell'Asl, ma solo nella giornata di oggi è arrivata l'ufficialità: "La Lega B comunica che la gara tra Cremonese ed Empoli, valevole per la 31a giornata della Serie BKT e in programma venerdì 2 aprile 2021, è stata rinviata a data da destinarsi vista l’istanza presentata dalla società Empoli F.C. in conformità a quanto previsto dall’art. 3.1 del C.U. LNPB n. 29 del 13 ottobre 2020 che norma il rinvio delle gare per questioni legate alle positività da Covid-19".

Con un comunicato, l'Empoli ha reso altresì nota la situazione all'interno del gruppo squadra della Primavera del club: "Empoli FC comunica che, nell’ambito dei controlli previsti dal protocollo FIGC effettuati in data 31 marzo, sedici componenti, tra calciatori e staff, del gruppo squadra della formazione Primavera sono risultati positivi al Covid-19. Tra questi anche 5 soggetti già risultati in precedenza positivi al COVID 19, dato che porta a sospettare un contagio da variante, come ipotizzato dall’Azienda USL Toscana Centro. I casi sono stati posti in isolamento come da protocollo vigente, con la società azzurra che ha prontamente avvisato le autorità sanitarie competenti, oltre ad aver attivato le procedure previste dalla normativa. Empoli FC rende inoltre noto che, in virtù di ciò, l’Azienda USL Toscana Centro ha disposto la sospensione dell’attività della squadra Primavera per quattordici giorni, con tutti i componenti del gruppo squadra che sono stati posti in quarantena presso il loro domicilio come da normativa vigente".

Il presidente Corsi: "Avremmo preferito giocare"

 (Getty Images)

Attraverso il sito ufficiale dell'Empoli, è intervenuto il presidente Fabrizio Corsi: "Siamo bloccati e non possiamo fare diversamente e questo ci impedirà di giocare sia contro la Cremonese che contro il Chievo. Non è una cosa che dipende da noi, ma che anzi ci potrebbe creare diverse difficoltà perché poi avremo un calendario di 8 partite tutte ravvicinate nello spazio di un mese. Siamo dispiaciuti e rammaricati, intanto per la situazione e poi perché, come detto, avremmo voluto giocare. Saremmo stati disposti, soprattutto col Chievo, anche ad andare in campo in una situazione di emergenza: lo avremmo preferito al tour de force che poi ci attenderà, ma ovviamente non possiamo rischiare una sanzione penale per andare contro alle decisioni dell’autorità sanitaria. Siamo davanti ad un impedimento dell’Asl, non siamo noi a decidere. Ripeto, avremmo preferito giocare ma la realtà ci dice che le autorità sanitarie vengono sopra all’organismo sportivo e quindi non possiamo fare altro che adeguarci. Abbiamo visto che qualcuno può rientrare in fretta, mentre altri fanno più fatica a smaltirlo. Per questo sono sincero quando affermo che avremmo preferito giocare in emergenza col Chievo anziché avere poi tutte quelle gare ravvicinate ad aprile. È uno scenario che ci sarebbe piaciuto evitare, ma dobbiamo prenderne atto. Prendiamo l’aspetto positivo, veniamo da tre vittorie consecutive e ripartiamo con grande fiducia. La squadra ha dimostrato di essere forte e sono sicuro che saprà superare anche questa difficoltà".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso