Serie B, i risultati: tonfi per Crotone e Salernitana, colpo Juve Stabia, gioia al 93′ per il Pordenone

Serie B, i risultati: tonfi per Crotone e Salernitana, colpo Juve Stabia, gioia al 93′ per il Pordenone

In campo il campionato cadetto per la decima giornata

di Redazione ITASportPress

Si sono giocate questa sera ben otto partite di Serie B in contemporanea per quanto riguarda la decima giornata di campionato. Un torneo estremamente equilibrato, come sempre, e la momentanea classifica lo dimostra più che mai: dalla prima posizione alla decima ci sono appena 3 punti, merito dei riscatti di tante squadre rispetto al turno disputatosi lo scorso weekend e, conseguentemente, a determinate squadre che non hanno saputo confermarsi.

CROTONESecondo k.o. stagionale dopo quello di Cremona per il Crotone, che sembrava prendere il largo in cima alla classifica fino, possiamo dire, all’espulsione (ingiusta) di Zanellato. Infatti, nella partita di Verona contro il Chievo, calabresi avanti 1-0 al 25′ con rigore del solito Simy, poi il rosso al centrocampista al 60′ e l’ingresso in campo di Giaccherini hanno cambiato tutto: rigore dell’ex Juventus al 72′, stacco bellissimo di Alejandro Rodriguez al minuto 81 per dare il successo ai veneti, ora a -1 dal primo posto, occupato proprio dal Crotone e dal Benevento, in campo mercoledì contro la Cremonese nel posticipo.

FERMI TUTTINon riescono ad andare oltre al pareggio Empoli, Ascoli e Perugia, le ultime due che si sono affrontare proprio questa sera. I toscani sono al terzo pari consecutivo (1-1 con lo Spezia) e non riescono dunque a fare il salto di qualità decisivo, le altre due si sono date battaglia al Curi in una delle partite con più occasioni: Scamacca porta avanti i marchigiani per un errore clamoroso della difesa umbra, nella ripresa Iemmello pareggia su rigore e poi Vicario si salva con un super intervento, poi arriva anche il palo per i bianconeri di Zanetti.

COLPACCI – Fondamentali le vittorie di Cittadella e Pordenone, che superano rispettivamente due gare molto bloccate contro Livorno e Venezia. La squadra di Venturato può esplodere di gioia al 79′ per il colpo di testa di Proia, che – già ammonito – ingenuamente si toglie la maglia e si prende il rosso, mettendo in difficoltà i suoi nel finale. Altro k.o. per il Livorno fuori casa, Breda che torna a rischio (penultimo posto). Di spessore il successo dei friulani di Tesser: passati sotto per gol di Capello al 57′, rimonta tutta nel finale con il tap-in del capitano De Agostini all’87’ e il colpo di testa da due passi di Strizzolo al 93′. Altro k.o. interno per i lagunari, Pordenone addirittura in zona playoff, a pari punti con la Virtus Entella, tornata ai 3 punti grazie all’1-0 sul Cosenza firmato Poli al minuto 81.

ALTRI GRANDI COLPI – Chiudiamo con altre vittorie di misura estremamente importanti, oltre che un po’ a sorpresa: la Juve Stabia regola 2-1 in casa il Pescara, che solo sabato ha “distrutto” la capolista Benevento 4-0. I campani sbagliano un rigore con Forte al 9′, poco dopo Galano porta avanti gli abruzzesi, che vengono raggiunti subito proprio da Forte, che quindi si riscatta; il 2-1 della Juve Stabia arriva al 53′ con il solito Canotto, poi i rossi estratti a Ciofani per il Pescara e Mallamo per le Vespe. Il Pisa batte 2-1 la Salernitana, non vinceva dal 15 settembre: partenza sprint che ripaga eccome (punizione magistrale di Di Quinzio al 6′ e raddoppio di Fabbro al 13′). A nulla è servito al 79′ il diagonale di Jallow. Dopo un grande avvio, i granata di Ventura sono scesi in classifica, non fanno 3 punti da un mese, eppure quella quantità di punti è la stessa che li separa dalla vetta, a testimonianza di quanto equilibrio ci sia in B.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy