ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Serie B, Monza delude e la Reggina lo batte. Sorride il Lecce, colpo Brescia

Getty Images

Brianzoli fermati da un gol di Rivas

Redazione ITASportPress

Il risultato più sorprendente della 28* giornata di Serie B arriva da Reggio Calabria dove la squadra di Baroni ha battuto il Monza per 1-0. Brianzoli al palo al Granillo e stop verso le vetta. Gol a grappoli di Cremonese e Lecce oggi, colpo del Brescia a Frosinone.

Ascoli-Venezia 1-1

L’Ascoli pareggia al Picchio in extremis per 1-1 contro il Venezia dell’ex Zanetti, apparso superiore ai bianconeri che pero’ hanno avuto il merito di non mollare mai nonostante l’inferiorita’ numerica per quasi tutta la ripresa. Il primo tempo e’ tutto all’insegna dei lagunari con Leali costretto piu’ volte agli straordinari. Il primo pericolo arriva da un colpo di testa di Di Mariano al 3′ a cui replica due minuti dopo Dionisi sempre di testa. Gli ospiti spingono e al 7′ Leali e’ costretto a salvare di nuovo su Di Mariano. L’Ascoli si rivede al 26′ in contropiede con Dionisi, ma il Venezia fa ancora paura con una rasoiata di Ricci. I lagunari passano in apertura di ripresa quando Fiordilino buca la difesa bianconera trafiggendo Leali su preciso assist di Ceccaroni. L’Ascoli reagisce con un angolo di Sabiri e un destro di Dionisi, ma poco dopo resta ancora una volta in 10 a causa dell’espulsione di Brosco dopo il secondo giallo rimediato dal fiscale Serra. Il rosso sveglia l’Ascoli che sfiora il pari al 26′ con un colpo di testa di Eramo, ma Pomini salva alla grande. Cinque minuti piu’ tardi tocca invece a Leali salvare su un gran tiro di Esposito, mentre il raddoppio di Forte e’ annullato per fuorigioco di Bocalon. Ma l’Ascoli c’e’ e pareggia a tre minuti dal termine con Bajic che finalizza una bella giocata di Cangiano.

Cremonese-Reggiana 3-0

Successo importantissimo per la Cremonese in quello che era un autentico spareggio salvezza contro la Reggiana. La gara viene indirizzata con due episodi chiave nel primo tempo.

La Reggiana resta infatti in dieci gia’ al 12′ quando Libutti strattona a limite dell’area Buonaiuto lanciato solo a rete: punizione e cartellino rosso per il difensore reggiano. Al 23′ la Cremonese passa in vantaggio sfruttando un rinvio corto di Venturi che Strizzolo raccoglie e poi si invola verso la porta superando l’estremo difensore ex di turno. Nella ripresa la Cremonese raddoppia al 3′: palla al limite dell’area per Buonaiuto che serve un passaggio filtrante a Valzania che calcia e con la complicita’ di una deviazione segna da facile posizione. La Cremonese controlla meglio la gara rispetto al primo tempo e crea diverse occasioni (palo di Colombo, salvataggio di Venturi su Valzania) fino alla terza rete firmata proprio dal giovanissimo Colombo (primo gol in serie B) al 27′ su assist di Gaetano. Al 36′ la Cremonese si vede annullare il quarto gol per fuorigioco di Celar e da quel momento la contesa si chiude con una fiacca melina in attesa del triplice fischio che giunge senza nemmeno un minuto di recupero.

Frosinone-Brescia 0-1

Vittoria di grande importanza per il Brescia, che batte il Frosinone allo Stirpe negli ultimi secondi di recupero e conquista tre punti pesanti. Prima frazione di gioco all’insegna dell’equilibrio, con i padroni di casa che gestiscono per lunghi tratti il pallino del gioco attraverso pero’ un palleggio abbastanza sterile. Gli ospiti difendono con ordine e provano a ripartire in velocita’. Le uniche due occasioni nascono al termine di azioni personali: e’ Iemmello al 12′, ad impegnare Joronen con una conclusione dal limite. Due minuti piu’ tardi e’ invece il turno di Bardi ad allungare in angolo una battuta di Jagiello. Nel corso della ripresa e’ la formazione lombarda ad impostare con maggiore facilita’. Le occasioni migliori pero’ sono tutte di marca canarina: dapprima e’ Iemmello a sbagliare da pochi passi il tocco vincente, mentre a 5′ dalla fine, e’ Kastanos a colpire un palo clamoroso a Joronen battuto, con Ciano che a porta praticamente sguarnita non riesce a ribadire in rete. La gara si decide pero’ praticamente nell’ultima azione di gioco grazie ad una prodezza di Ndoj, che servito da Pajac, batte Bardi con una precisa conclusione che si insacca sul secondo palo.

Lecce-ChievoVerona 4-2

Il Lecce festeggia 113 anni dalla sua nascita con un importante successo per 4-2 contro il ChievoVerona. Una partita dai fuochi d’artificio nel primo tempo con la realizzazione di cinque gol tutti di pregevole fattura. Ha aperto le danze il Lecce con un gran sinistro del ‘vecchietto’ Maggio, autore ancora una volta di un’ottima gara. Poi altre tre reti in rapida successione: il gol del pari del Chievo con un colpo di testa di Obi al 22′, il nuovo vantaggio dei salentini al 25′ con una staffilata di Coda che poi si e’ ripetuto al 38′ con un sinistro imparabile. Il poker arriva al 43′ con Pettinari che realizza la sua prima rete in maglia giallorossa. Nella ripresa il Chievo accorcia le distanze con Mogos su punizione, ma al 18′ fallisce con Leverbe un rigore che avrebbe potuto riaprire completamente la partita. Vince il Lecce 4-2.

Pordenone-Pescara 0-0

Finisce in pareggio Pordenone e Pescara in una gara con i padroni di casa maggiormente propositivi nel primo tempo e gli abruzzesi vicini alla rete nella ripresa. In un pomeriggio sfortunato per Tesser che perde due uomini per infortunio nella prima mezzora, ci provano un ispirato Ciurria che colpisce la parte alta della traversa, Mallamo, Musiolik e di testa, da palla inattiva, Scavone e Camporese. Gli ospiti crescono nel secondo tempo con due traverse di Maistro e Galano, oltre che una conclusione velleitaria di Odgaard. A fine gara doppia opportunita’ per Guth e ancora Galano ma salva tutto Perisan. Il pareggio di Lignano non cambia di molto la situazione in classifica con il Pordenone che rimane a meta’ della stessa in posizione non cosi’ tranquilla, a 6 punti di vantaggio sui playout, e il Pescara che resta penultimo a 3 lunghezze di ritardo dal quart’ultimo posto.

Reggina-Monza 1-0

Vince per 1-0 la Reggina grazie a una gara perfetta giocata con intensita’ e cattiveria contro un Monza sotto ritmo. Decide un gol di Rivas su assist di Bellomo. Troppo poco per i brianzoli qualche tentativo di Balotelli. Nella prima frazione di gara la partita e’ equilibrata: il confronto e’ molto tattico mentre il ritmo si mantiene in generale basso. Qualche timido tentativo per i calabresi, mentre i lombardi ci provano con due punizioni da fuori area di Balotelli: la prima calciata di poco fuori e la seconda neutralizzata senza difficolta’ da Nicolas. A inizio ripresa la Reggina alza il ritmo e all’11’ va in vantaggio con Rivas su assist di Bellomo, complice l’incertezza di Di Gregorio e Bellusci. Poco dopo e’ ancora Nicolas a fermare Balotelli, quasi sul punto di ristabilire il punteggio della gara. Nel finale il Monza prova a raggiungere la parita’ ma crea solo mischie in area avversaria senza mai andare in tiro.

 (Getty Images)