Serie B, pari nel big match Monza-Empoli mentre la Spal ko a Cremona

Nel big match della ventunesima giornata della Serie B, vantaggio dell’Empoli al 2′, pareggio degli uomini di Cristian Brocchi al 70′

di Redazione ITASportPress

Ventunesima giornata di Serie B con il big match Monza-Empoli finito 1-1. Mancuso al 2′ ha portato in vantaggio la squadra toscana poi il pareggio nella ripresa di Boateng al 70′. Match avvincente tra due squadre che giocano bene che non ha tradito le attese. L’Empoli ha portato a casa un risultato positivo, chiudendo però la partita in 10 uomini per via dell’espulsione di Jacopo Furlan per rosso diretto al 50°.

Brescia-Monza
Gol Monza (Twitter Monza)

Queste le altre partite giocate oggi:

Brescia-Cittadella 3-3

Il Brescia dilapida clamorosamente un triplo vantaggio accumulato nel primo tempo e subisce la rimonta del Cittadella. Dopo quattro risultati negativi la formazione del presidente Cellino muove la classifica ma si lamenta per un gol, quello del 3-2 degli ospiti, considerato irregolare. Primo tempo arrembante della squadra guidata in panchina da Daniele Gastaldello in attesa di Pep Clotet. Vantaggio firmato da Aye’ su assist di Spalek. Il raddoppio arriva con un ritrovato Donnarumma bravo a mettere la palla nel sette. Il tris lo serve Aye’ su errore di valutazione di Maniero su cross di Bisoli. Nella ripresa il Brescia ha il demerito di non chiudere la pratica. Sfortunata la squadra di casa con il palo di Donnarumma ma poco cinica nel non affondare il colpo del poker. E cosi’ il Cittadella si rimette in carreggiata con un missile dell’ex Gargiulo. Il 3-2 di Frare e’ contestato dal Brescia per presunto fuorigioco. Nel finale il neo entrato Baldini mette in rete il 3-3 finale.

 

Cremonese-Spal 2-1

La Cremonese conquista la vittoria contro il Pisa dopo due pareggi consecutivi. Una gara vibrante e ricca di occasioni quella vista allo Zini. Partenza forte della Cremonese che segna due gol in dieci minuti. Al 6′ Castagnetti lancia Valeri a sinistra che arriva in area e batte Gori in diagonale. Al 10′ Baez si libera bene a sinistra e dal fondo centra per Ciofani che di testa anticipa tutti e raddoppia. Al 18′ suicidio di Bartolomei che con un retro passaggio errato serve Vido che salta Carnesecchi in uscita e accorcia le distanze. Il Pisa al 29′ va vicino al pareggio quando Palombi, su cross di Beghetto, stacca di testa e centra la traversa. Sulla ribattuta Marin entra in area e finisce a terra ma per l’arbitro e’ tutto regolare. Nel finale di tempo Gaetano serve Valzania tutto solo davanti alla porta ma il tiro e’ alto. Nella ripresa altalena di emozioni con Mazzitelli che spreca un diagonale al 10′. La Cremonese risponde con una botta di Valzania su cui Gori compie un miracolo al 16′, poi il portiere si ripete al 29′ su tiro di Colombo aiutato anche dal rimpallo del palo. Per Pecchia quarto risultato utile consecutivo con otto punti in quattro gare.

 

Cosenza-Spal 1-1

Il Cosenza non sfata il tabu’ “Marulla” ma ottiene un ottimo 1-1 contro la corazzata Spal. Rossoblu’ in vantaggio grazie al gol di Sciaudone nel primo tempo (assist sublime di Tremolada) e ripresi nel secondo tempo da un colpo di testa di Mora. Prima e dopo fioccano le occasioni da rete da entrambe le parti. Sia Falcone che Berisha tengono in piedi le rispettive difese. Il Cosenza resta invischiato nella zona playout ma non ha affatto sfigurato contro una squadra oggettivamente piu’ forte e quotata, costruita per vincere il campionato.

 

Frosinone-Venezia 1-2

Un Venezia organizzato e cinico, espugna lo Stirpe e conquista tre punti preziosi in ottica playoff. La prima frazione di gioco vede i padroni di casa lasciarsi preferire sotto il profilo del palleggio, senza riuscire pero’ a costruire nitide occasioni. Il Venezia si difende con ordine e con rapide verticalizzazioni crea invece non pochi grattacapi alla difesa canarina. Al 15′ Forte sfiora il vantaggio con un bellissimo colpo di testa che termina di poco a lato. Lo stesso attaccante in pieno recupero sigla il vantaggio lagunare ribadendo in rete dopo un rimpallo, un preciso assist di Taugourdeau, precedentemente liberato da un pregevole tacco di Crnigoj. Avvio di ripresa scoppiettante. I ragazzi di Zanetti trovano il raddoppio con un cross dalla destra di Di Mariano sul quale Bardi buca l’intervento. Passano soli 7′ ed il Frosinone torna in partita grazie a Salvi di testa, con palla deviata da Iemmello. Il forcing finale dei canarini non cambia l’esito della sfida.

 

Pescara-Reggina 0-2

La Reggina espugna l’Adriatico con due gol nella ripresa spingendo il Pescara nel baratro. I calabresi passano grazie alle reti di Denis e Montalto al termine di una gara condotta con autorevolezza dall’inizio alla fine. Nel primo tempo il pallino del gioco e’ sempre in mano alla Reggina che pero’ non riesce a creare molte occasioni. Prima dell’intervallo, Edera impegna Fiorillo, mentre i biancazzurri si fanno vedere dalle parti di Nicolas con il tentativo del neo acquisto Tabanelli. Ad inizio ripresa ci prova Dessena, un altro volto nuovo del Pescara, pero’ il pallone finisce a lato. Al 16′ l’ingresso in campo di Denis cambia il corso del match. L’ex atalantino si divora subito un gol calciando fuori da posizione favorevole, ma al 28′ si fa perdonare l’errore sfruttando l’assist di Lakicevic e siglando la rete del vantaggio ospite. Sei minuti piu’ tardi Montalto chiude la partita con un tocco ravvicinato che beffa Fiorillo. Fa festa la Reggina che sale a quota 22, invece il Pescara rimedia la quarta sconfitta di fila e resta all’ultimo posto in classifica.

 

Salernitana-ChievoVerona 1-1

Finisce in parita’ con il ChievoVerona nel finale di gara che e’ diventato piu’ intraprendente rispetto alla Salernitana. Tutino ritorna al gol nel suo rientro dal 1′ in campo. E’ il 23′, cross di Casasola dalla destra, l’attaccante arpiona la sfera, si gira tra due difensori e trova l’angolino alla destra di Semper. Il vantaggio dura fino ad inizio ripresa quando al 5′ gli scaligeri trovano il pari: tiro cross di Garritano dalla sinistra, la palla sbatte sull’incrocio, De Luca ribatte, Belec respinge sulla linea di porta ma secondo l’arbitro la palla e’ entrata e finisce 1-1 all’Arechi.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy