Serie B, presidente Balata a ISP: “Chiesto alla Figc slittamento del pagamento degli adempimenti fiscali”

Serie B, presidente Balata a ISP: “Chiesto alla Figc slittamento del pagamento degli adempimenti fiscali”

Il presidente della Lega Nazionale Professionisti B, Mauro Balata, intervenuto ai microfoni di Itasportpress.it

di Redazione ITASportPress

Il campionato di Serie B, come deciso dal Consiglio dei Ministri ieri, andrà avanti a porte chiuse fino al 3 aprile a causa dell’emergenza da Covid-19. Molti club hanno preso posizione perchè ritengono di dover subire conseguenze gravissime da questa situazione. Il presidente della Lega Nazionale Professionisti B , Mauro Balata, intervenuto ai microfoni di Itasportpress.it ha condiviso il suo pensiero su questa emergenza ma soprattutto dopo che i 20 sodalizi cadetti hanno chiesto una deroga sui pagamenti fiscali del 16 marzo differendone la scadenza al 16 aprile. Una scelta già portata avanti dalla Figc per le società calcistiche poste all’interno della “zona rossa” dell’epidemia Coronavirus e per l’esattezza in Lombardia e Veneto. “Ho chiesto già al presidente della Figc Gabriele Gravina – chiosa Balata a Itasportpress- di estendere lo stesso provvedimento a tutti i club di Serie B anche a quelli fuori dalla zona rossa. Del resto il provvedimento del Governo di giocare le gare a porte chiuse riguarda tutti i club oramai. Tutte le società di B hanno già risentito di questa crisi in termini di fatturati visto che si è scatenata una psicosi in tutto il territorio nazionale legata al fenomeno dell’emergenza da coronavirus. Adesso ci aspettiamo che la Figc approvi la nostra proposta”.

COMPATTEZZA – In merito alla regolarità del campionato, Balata risponde così: “Ci siamo attenuti alle disposizioni giunte dalle autorità preposta dal Governo per salvaguardare la continuità e la regolarità del campionato e questa decisione è stata presa con tutte le 20 società di B dimostrando una grande unità di intenti. Ringrazio tutti i club dal primo fino all’ultimo visto che siamo in piena emergenza e so che stanno facendo numerosi sforzi, ma consentitemi di ringraziare soprattutto tutte le persone impegnate h24 a fronteggiare l’emergenza da Covid-19, in particolar modo migliaia di medici, infermieri, operatori sanitari, volontari e anche le forze dell’ordine che stanno lavorando nell’interesse di tutti gli italiani”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy