ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Serie B, vincono Brescia e Reggiana: ko Chievo e Ascoli

Brescia, getty images

Si è chiusa la giornata del campionato cadetto

Redazione ITASportPress

Il Brescia torna al successo grazie al gol di Ayè che basta per sconfiggere il Chievo Verona. La squadra di Aglietti esce comunque a testa alta e recrimina per le occasioni non sfruttate.

Prima vittoria di Pep Clotet sulla panchina delle rondinelle. Si ferma invece la corsa della squadra di Aglietti. Brescia in vantaggio al 36′ con Ayè. L’attaccante francese, da due passi, ribadisce in rete una corta respinta di Semper su conclusione ravvicinata di Donnarumma. La migliore occasione del Chievo Verona del primo tempo capitava sui piedi di Djordjevic: la conclusione da distanza ravvicinata dell’attaccante dei veneti viene sventata da un super intervento a mano aperta di Joronen. Nel secondo tempo il Brescia calava alla distanza dando campo alla squadra di Aglietti. Numerose le occasioni da gol per poter pareggiare ma la mira degli avanti del Chievo Verona peccava di precisione e il risultato finale non cambia.

 (Getty Images)

REGGIANA - La Reggiana si aggiudica con un 1-0 l’incontro salvezza con l’Ascoli. Nel primo tempo c’è equilibrio, con la Reggiana che nei primi 20′ si fa preferire; dal 30′ al 40′, però, l’Ascoli mette sotto pressione la Reggiana, creando almeno tre buone palle gol col solito imprendibile Sabiri. Proprio su di lui Venturi fa un vero e proprio miracolo, deviando un potente tiro ravvicinato sulla traversa. Al 40′ l’episodio che cambia l’inerzia della gara: Caligara in 2′ prende due gialli, e lascia i suoi in dieci uomini.

Nella ripresa la Reggiana entra con determinazione, passando al 3-4-2-1 con Lunetta e Libutti a spingere sulla fascia. Dopo 3′ minuti Quaranta colpisce il piede di Ardemagni. Per il direttore di gara e’ rigore che lo stesso numero 99 realizza. Poi è sofferenza granata: l’Ascoli impegna più volte con Bajic Venturi, che è il migliore dei suoi con grandi parate (soprattutto su un tiro deviato di Pucino).

Bajic spreca da due metri sparando alto, ma lo scontro direttose lo aggiudica la Reggiana, al terzo successo casalingo di fila.