Maradona, il medico: “Credo che il compleanno possa aver influito sul suo stato. Era giù di morale…”

Parla Leopolpo Luque: “Essere Maradona non è facile”

di Redazione ITASportPress
Maradona

Hanno destato particolare timore le notizie arrivate nelle scorse ore relativamente ad un improvviso ricovero di Diego Armando Maradona in ospedale. Per fortuna, le sue condizioni non sembrano gravi e non hanno niente a che vedere con la pandemia di coronavirus che sta avvolgendo l’intero globo. A confermare lo stato di salute dell’ex Pibe de Oro è stato il suo medico personale Leopoldo Luque che, come riporta TNT Sports, avrebbe anche rivelato un accordo tra lui e l’ex Diez.

Maradona: le sue condizioni

“È ricoverato in ospedale perché voleva venire. La sua vita non è in pericolo, non siamo venuti qui per un’urgenza”, ha tenuto a precisare il medico di Maradona. “Diego starà molto meglio presto. È stato ricoverato in ospedale per tre giorni.Non è disidratato. Il giorno prima stava allenando, poi ho scoperto che venerdì non era rimasto in campo. Sono andato a trovarlo e non era del giusto morale. Il compleanno deve essere stato un aspetto che ha complicato le cose. Dal punto di vista psicologico le cose non vanno bene e la cosa si ripercuote sul fisico. Essere Maradona non è facile. Dovrà fare diversi esami perché vogliamo monitorarlo bene da vicino. Lui vuole essere con la squadra domenica per guidarla contro il Velez”.

E ancora: “Prima di arrivare qui in ospedale mi ha detto ‘Guarda che domenica devo lavorare’. Io gli ho assicurato che tutto sarebbe andato bene. Per ora, comunque, è meglio che rimanga qui. Poi quando si sentirà meglio e vorrà lasciare l’ospedale lo farà. Non verrà portato da nessun’altra parte”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy