Padoin: “Mi piacerebbe allenare nel settore giovanile dell’Atalanta”

L’ex calciatore anche di Juventus e Cagliari parla del futuro dopo aver appeso gli scarpini al chiodo

di Redazione ITASportPress

Dai racconti sulla chiamata della Juventus, fino ai retroscena avvenuti nello spogliatoio bianconero. Ma oltre agli aneddoti segreti di Simone Padoin, anche qualche sogno nel cassetto relativamente al futuro, sempre legato al mondo del pallone. Intervistato da gianlucadimazio.com, “Il Pado” confessa cosa vorrebbe fare ora che ha deciso di dire basta col calcio giocato.

Padoin: il sogno nel cassetto

Padoin
Padoin (getty images)

“Il mio obiettivo è quello di entrare a far parte di un settore giovanile, credo che sia il contesto ideale per uno come me. Dal Vicenza alla Juventus, se sono arrivato in alto lo devo al carattere, alla passione, alla diligenza e alla professionalità che mi hanno accompagnato nel mio mestiere. Se uno vuole fermamente qualcosa, alla fine riesce a raggiungerla. Ed è questo che devono capire i talenti di oggi”, ha detto molto deciso Padoin.

L’ormai ex centrocampista, dopo l’esperienza all’Ascoli ha preso la decisione di fermarsi col calcio giocato: “Per adesso mi concentro sulla famiglia, ho deciso di smettere perché immaginavo che un nuovo lockdown mi avrebbe tenuto lontano dai miei bambini per troppo tempo”, ha confessato il Pado. “Era una scelta alla quale mi ero preparato: quando hai 35 anni e giochi a calcio, cominci a mettere in conto che, da un momento all’altro, potresti ritrovarti costretto a fare un passo indietro”.

E quindi la conferma sul sogno nel cassetto. Un desiderio ben preciso: “Mi piacerebbe allenare nel settore giovanile dell’Atalanta sarebbe il top. Già vent’anni fa, quando ci giocavo io, funzionava tutto alla perfezione. Ancora oggi Gasperini raccoglie i frutti di un lavoro strepitoso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy