Ronaldinho saluta il carcere ma… paga cauzione milionaria

Il brasiliano sarà agli arresti domiciliari

di Redazione ITASportPress

Dopo aver trascorso anche il compleanno tra le mura del carcere in Paraguay, Ronaldinho lascia la struttura e torna ‘a casa’. L’ex asso brasiliano ha chiesto e ottenuto gli arresti domiciliari pagando, però, una cauzione milionaria.

L’ex numero 10 brasiliano, detenuto dallo scorso 6 marzo insieme al fratello Roberto de Assis per essere entrato in Paraguay con un passaporto falso, è stato trasferito agli arresti domiciliari in un hotel a 4 stelle di Asuncion, dietro pagamento di una cauzione da 1,6 milioni di dollari. Dopo 32 giorni di carcere, ecco la decisione da parte del giudice Gustavo Amarilla, in un’udienza tenutasi ad Asunción. Dinho e suo fratello saranno controllati dalla polizia giorno e notte per verificare che non lascino la struttura alberghiera per nessun motivo. Secondo quanto riporta Marca, la decisione presa dalla giustizia è stata comunicata ai due attraverso una videochiamata a causa dell’emergenza coronavirus che impedisce contatti stretti e affollamenti di persone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy