Tottenham e Marsiglia: lo stadio come hub per i vaccini per il Covid

La società inglese ha messo a disposizione il sui impianto per la lotta al coronavirus

di Redazione ITASportPress

Il Tottenham e la Federcalcio inglese hanno messo a disposizione rispettivamente il nuovo stadio degli Spurs e Wembley al National Health Service (NHS) come potenziali hub per il lancio del vaccino contro il Covid-19 nel Regno Unito. Secondo quanto afferma il Daily Mail, le prime dosi contro il coronavirus dovrebbero essere somministrate nelle prossime settimane e potrebbero vedere la casa del club di Londra e della Nazionale inglese come luoghi in cui avverranno le prime somministrazioni.

Il club Spurs non è certo nuovo a iniziative nella lotta al Covid dato che anche in piena prima ondata di pandemia, la società aveva già dato una mano sempre rendendo disponibile il suo stadio come centro di smistamento dei beni per le persone bisognose oltre che prendere parte a iniziative per le cure prenatali.

Anche in Francia, il Marsiglia ha già messo a disposizione il proprio stadio, il Vélodrome, per la campagna di vaccinazione contro il Covid-19. A remderlo noto lo stesso club con un comunicato ufficiale pubblicato sul proprio sito, in cui si leggono le parole di Abdou Sbihi, direttore tecnico medico della società: “In questi tempi di crisi, ci sembra normale contribuire il più possibile alla lotta contro la pandemia. Dato che purtroppo è ancora impossibile ricevere i nostri tifosi allo stadio, metterlo a disposizione dell’ARS ci è sembrato ovvio e tutti i dipendenti del club sono pronti a mettersi in gioco per facilitare questa campagna di vaccinazione”.

IL RECORD DI KANE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy