ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

La strada

Catania provaci: chiedi alla Figc la Serie C in deroga e fai felice Gravina

(Getty Images)

E' il momento giusto per imboccare una scorciatoia e tornare subito nel calcio professionistico

Redazione ITASportPress

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina da tempo non fa altro che ribadire che l’Italia è indietro nel campo delle infrastrutture. “Non possiamo permetterci più - ha affermato Gravina - forme di galleggiamento nella politica dirigenziale del nostro mondo”. Un messaggio chiaro su quale sarà la mission della Figc che vedrà nei prossimi mesi un impegno importante dei vertici federali per il rinnovamento del sistema. Casini (Lega di A), Balata (B), Ghirelli (Lega Pro), Abete (Lega Nazionale Dilettanti), Calcagno (AIC), Ulivieri (AIAC) e Baglioni (AIA), hanno partecipato in presenza o collegati discutendo, degli argomenti messi in agenda dal coordinatore Gravina. Priorità agli investimenti nelle infrastrutture che significa diffondere sul concetto di territorialità la possibilità di offrire ai bambini strutture accoglienti che diano l'opportunità di far svolgere la pratica sportiva in sicurezza e con maggiore dignità. 

 Torre del Grifo Catania

SINDACO SVEGLIA! - A Catania c’è una delle più grandi strutture sportive private d'Italia e forse anche d'Europa. E' il polifunzionale di Torre del Grifo, un centro all’avanguardia. Attualmente è in uno stato di abbandonato e non versa in buone condizioni, ma basta poco per farlo ritornare all'antico splendore e renderlo all’altezza di svolgere le funzioni che tanto vuole Gravina soprattutto per il settore giovanile. Molti addetti ai lavori sostengono che, vista la crisi del calcio, bisogna ripartire dai settori giovanili. Il flop azzurro ha messo in evidenza la mancanza sia di bravi tecnici nei settori giovanili, ma soprattutto di valide strutture in Italia che invece Catania possiede. Torre del Grifo è un vanto per la città, ma stranamente non è stato menzionato nella pec inviata dal Comune di Catania alla Figc per chiedere la Serie D. Gli amministratori comunali evidentemente non hanno avuto nella circostanza una visione ampia e hanno inserito in questa nota mandata a Gravina, vecchi successi rossazzurri ottenuti più di 40 anni fa.

ACCONTENTARE GRAVINA - Questo è un momento favorevole per valorizzare Torre del Grifo. Addirittura gli amministratori comunali etnei potrebbero perfino chiedere la Serie C in deroga mettendo in risalto l'importanza per la Figc di Torre del Grifo. Altro che Serie D. Questo centro sportivo per il calcio italiano è una vera miniera d’oro visto che Gravina va alla ricerca di fondi per costruire nuove infrastrutture. Il vero vanto della città di Catania è avere Torre del Grifo altro che "Clamoroso al Cibali". Torre del Grifo, "quartier generale" del Catania, edificio polifunzionale costato 60 milioni laddove il Credito Sportivo ha finanziato l’opera per 25 milioni, dispone di 4 campi regolamentari di calcio, palestre e attrezzature per gli allenamenti, alloggi, ristorante e aree ricreative. Gli atleti possono allenarsi e recuperare energie senza subire gli stress di viaggi, trasferte e ritiri per gli allenamenti. Una base strategica che rappresenta un grande vantaggio competitivo per tutto il calcio. 

 Torre del Grifo (twitter)
tutte le notizie di