Inter, Bordon a ISP: “Lukaku affonderà il Milan e Conte imboccherà l’autostrada scudetto”

L’ex portiere nerazzurro ha presentato il derby di domenica

di Redazione ITASportPress

Gli stadi sono chiusi da mesi, ma i tifosi di Milan e Inter hanno deciso di far comunque sentire il loro calore prima del derby della Madonnina di domenica prossima. Gli ultrà hanno già promosso delle iniziative per sostenere la propria squadra mentre sale in tutta Italia la febbre per questa stracittadina che potrebbe dire molto in chiave scudetto. Il Milan deve dimostrare domenica a San Siro che lo Spezia è stato solo uno scherzo dell’anima. Una sconfitta non cancella mesi di dominio. Pioli non può contare sull’organico e sull’esperienza dell’Inter e neanche sulla serenità con cui Antonio Conte prepara la sfida alla Pinetina dovendo giocare in Europa League a Belgrado. Ivano Bordon di derby ne ha giocato tantissimi con la maglia nerazzurra e ai microfoni di Itasportpress.it, presenta quello di domenica.

Bordon Inter (Getty Images)

Può essere una sfida determinante per lo scudetto?

Non credo sia decisiva visto che ancora mancano tante partite alla fine del torneo. Però se l’Inter vince stacca di quattro punti il Milan e sarebbe una bella spinta sul piano dell’autostima e anche sul piano morale. Conte imboccherebbe l’autostrada per lo scudetto.

Come nel derby di Coppa Italia crede che Eriksen sarà decisivo?

Eriksen quando è partito titolare ha dimostrato sempre di essere un ottimo elemento. Sicuramente può far fare all’Inter un salto di qualità e lo ritengo un calciatore importante per la squadra nerazzurra. Per me Lukaku sarà decisivo domenica: sarà lui l’uomo derby.

Ha sentito Capello? Ha detto che ai suoi tempi non avrebbe mandato Ibrahimovic al Festival…

Il calciatore è vaccinato e adulto quindi sa quello che fa, però c’è sempre la società che decide e se il Milan approva vuol dire che sa quali sono i rischi

Qual è il suo pronostico per il derby di domenica?

Penso che stia meglio l’Inter, ma bisogna fare attenzione a questo Milan che ha fatto delle buonissime gare. Bisogna mettere da parte quella con lo Spezia che è stata una serata cominciata male e finita peggio. Peserà sui giocatori rossoneri la stanchezza della partita di Europa League e questo è un vantaggio per l’Inter. Se il Milan dovesse vincere contro la Stella Rossa a Belgrado magari giocherebbe il derby con maggiore consapevolezza aumentando l’autostima e riducendo la stanchezza.

Qual è il derby che non ha mai dimenticato?

Sicuramente quello del rigore parato a Calloni a 5′ dalla fine e dopo la mia respinta la conclusione neutralizzata sul tiro di Maldera: finì 0-0. Poi ricordo anche un derby vinto 2-1 con una grande parata su Antonelli solo davanti a me. Poi c’è una sconfitta per 3-2 con il terzo gol del Milan di Bigon che spedì il pallone in rete dopo un rinvio di Tarcisio Burgnich che gli carambolò sul polpaccio del milanista e terminò in fondo al sacco. Fortuna che sono più quelli positivi che negativi i miei derby giocati…”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy