Sambenedettese, testa di maiale davanti casa del presidente

Intimidazione contro Serafino

di Redazione ITASportPress
Serafino Sambenedettese

In casa Sambenedettese è crisi nera. Da tempo, ormai, i tesserati del club denunciano il mancato pagamento degli stipendi. Ieri il calciatore simbolo della squadra, Maxi Lopez, ha letto un comunicato a nome di tutta la squadra revocando lo sciopero precedentemente convocato per la gara di domani contro il Matelica. Un atto che, però, ci hanno tenuto a precisare i calciatori, non cancella le promesse disattese e il fatto che a nessuno siano ancora stati pagati gli emolumenti. Inoltre, rimane lo stato di agitazione e la possibilità che lo sciopero sia stato solo rinviato ai prossimi impegni.

La brutta storia che ha come protagonista la Sambenedettese si arricchisce di un nuovo capitolo. Secondo quanto riporta Vera Tv, infatti, sarebbe stata ritrovata una testa di maiale davanti l’abitazione del presidente del club, Domenico Serafino. Posta al di sotto della testa, proprio una stampa con una foto dello stesso massimo dirigente. Sull’accaduto sono in corso le indagini della Digos della Questura di Ascoli Piceno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy