Juventus, le parole di Dybala dopo la bufera: “Non era una festa, ma…”

Le scuse di Paulo Dybala

di Redazione ITASportPress

La vicenda è ormai nota a tutti da questa mattina. Tre calciatori della Juventus: McKennie, Dybala e Arthur, insieme ad altre persone, sarebbero stati sorpresi dai carabinieri, ieri sera, mentre nella villa sulla collina di Torino del texano era in corso una festa. Dagli ambienti bianconeri è filtrata rabbia e amarezza rispetto al comportamento dei tre e oltre ad una pesante sanzione pecuniaria, si prospetterebbe anche un’esclusione dei calciatori dal Derby della Mole in programma sabato.

Dybala interviene sui social

Dybala, getty images

Rispetto a quanto successo ieri sera, ed emerso questa mattina su La Stampa, Paulo Dybala ha preso parola attraverso una Story pubblicata sul suo profilo Instagram. Queste le sue parole: “So che in un momento così difficile nel mondo per il Covid sarebbe stato meglio non sbagliare, ma ho sbagliato a rimanere a cena fuori. Non era una festa, ma ho sbagliato lo stesso e mi scuso“.

Dalle parti della Continassa l’amarezza è tanta rispetto al comportamento della Joya che è uno dei vice capitani della squadra e uomo simbolo di tutto l’ambiente. Un fatto che mette ancora più in dubbio il futuro di Dybala con la casacca bianconera della Vecchia Signora.

Dybala (getty images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy