Shakhtar, Taison reagisce agli insulti razzisti: gestaccio, espulsione e lacrime

I tifosi della Dinamo Kiev prendono di mira il brasiliano, che perde la testa

Il razzismo nel calcio arriva anche in Ucraina e macchia il classico del campionato tra Dinamo Kiev e Shakhtar Donetsk.

Durante la gara infatti l’attaccante brasiliano degli ospiti Taison è stato bersagliato da insulti di sfondo razzista da parte dei tifosi di casa, senza riuscire a mantenere la calma.

Il giocatore, esasperato, ha prima rivolto un gestaccio ai sostenitori avversari, per poi prendere il pallone e calciarlo verso la tribuna.

L’arbitro ha espulso Taison, che ha poi lasciato il campo in lacrime.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy