Catania, la Sigi ha dato garanzie che può andare avanti anche senza Tacopina. Più rispetto per i tifosi…

Una trattativa che va avanti da tempo ma che è avvolta nel mistero

di Redazione ITASportPress

In casa Catania sono giorni importanti per il futuro del club rossazzurro. La trattativa per la cessione della società etnea al gruppo capeggiato dall’avvocato Joe Tacopina prosegue da mesi ma  finora sono state dette troppe parole e pochi fatti. Tanta confusione in una vicenda gestita non certamente bene. Questa è purtroppo l’unica certezza, una magrissima consolazione. Tra riunioni, incontri, veri o meno, tra mancati appuntamenti per apporre le firme e dichiarazioni varie, se ne sono viste, veramente di tutti i colori. 

La storia del calcio dimostra che le trattative di cessione di club che si sono chiuse positivamente sono quelle che vengono annunciate a cose fatte. Dopo il botta e risposta TacopinaSigi di ieri sera, resta difficile capire dove sta la verità. Anzi è impossibile perché questa vicenda ha troppi aspetti poco decifrabili e ognuno mette ogni giorno un elemento nuovo che nessuno può verificare senza le carte in mano. Se poi si vuole invece rendere pubblici quali sono i nodi della trattativa, allora la migliore cosa è indire una video conferenza visibile a tutti con tanto di domande dei giornalisti e risposte immediate di Tacopina e Sigi sulla ingarbugliata operazione anche per rispetto dei tifosi che sono confusi e anche preoccupati per il futuro del club etneo e della matricola 11700. 

Se dovesse saltare la trattativa con il gruppo Tacopina, la Sigi ha sempre il suo piano B certificato al Tribunale di Catania. Infatti la S.p.A del presidente Ferraù ha dato ampie garanzie al Tribunale sottoscrivendo di avere le risorse per assicurare la continuità aziendale attraverso una new diligence o attraverso credenziali bancarie che ne attestavano le capacità finanziarie. Insomma con questa dichiarazione al Tribunale (e non certamente a un privato) il futuro del club etneo e della matricola deve essere garantito con o senza Tacopina. Ipotizzare un fallimento senza il tycoon americano dopo aver dato determinate garanzie al Tribunale ben precise la scorsa estate non è una ipotesi da prendere in considerazione.  

Tacopina

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy